La formazione degli analisti

Le Gaufey, G., Intervista sulla formazione dell'analista rilasciata a A. Guerra

Ripubblichiamo questa lucidissima intervista (giugno 2011) di Alessandra Guerra a Guy Le Gaufey pubblicata originariamente sul sito www.manifestoperladifesadellapsicanalisi.it [Di Le Gaufey, autore sconosciuto in Italia, sono in procinto di essere tradotti due importanti libri per le edizioni Polimnia Digital Editions]. 

23/11/2016

Safouan, M., "L'analista non si autorizza se non da sé stesso"

La questione della formazione degli analisti è sottoposta all’esperienza personale dell’autore. Egli analizza i criteri interni ed esterni della fine dell’analisi ripensando alla loro coerenza in rapporto all’assunzione della verità. In modo particolare, verrà presa in considerazione la distanza che – alla fine dell’analisi – il soggetto è supposto prendere rispetto al fantasma come sostegno delle sue certezze. Il lettore seguirà il suo sviluppo sull’antinomia fra la formazione e l’istituzione il cui ruolo resta quello della garanzia dei suoi membri e della ripresa dell’esperienza della Passe.

                Keywords:  Fine dell’analisi, desiderio dell’analista, controllo, istituzione, la Passe.           

23/11/2016

Manghi, M, Gli effetti della legge 56/89 (legge Ossicini) sulla psicanalisi oggi

Dove sia(s) lo psicanalista, oggi? Gli effetti della legge 56/89 (legge Ossicini) sulla psicanalisi allo stato dell'arte

Non è il modo in cui la si pratica a definire la psicanalisi (in tal caso essa si ridurrebbe a una semplice tecnica che chiunque può applicare), ma l’habitus di chi la pratica: lo psicanalista. La specificità della psicanalisi - qui sta tutta la questione - non può essere individuata in nessuna delle sue numerose e svariate caratteristiche (la psicanalisi è al tempo stesso una cura, una ricerca scientifica, una tecnica interpretativa, un metodo da applicare in vari campi del sapere, un’etica, ecc.) ma unicamente dal confronto di ciascun psicanalista col desiderio di Freud.

06/11/2015

Safouan, M., Sulla formazione dello psicanalista

On the Formation of the Psychoanalyst. Intervento tenuto a Strasburgo, novembre 2003

Prima traduzione italiana

"A partire da questo cambia la motivazione all'analisi didattica: non si tratta più di una questione legata all'acquisire un sapere sull'inconscio e sui cosiddetti processi primari, un sapere utilizzabile nell'affrontare altri casi; è piuttosto questione di sbarazzarsi dell'intero campo del sapere, specialmente del sapere psicoanalitico, inevitabilmente pronto a fungere da oggetto destinato, principalmente, a impedire il proprio ascolto di fronte all'erompere continuo di una nuova verità. In altre parole, non si tratta semplicemente di una questione legata alla concezione lacaniana dell'esistenza dell'inconscio, ma di assumere interamente tutta la portata della divisione del soggetto."

29/10/2015

Quesito, Franco, Situazione della psicanalisi in Italia

Riproduciamo, per gentile concessione dell’Autore, i capitoli 1.2, «La situazione della psicoanalisi in Italia», pp. 25-38, e 1.3, «La psicoanalisi laica/Die Frage der Laienanalyse», pp. 39-56, della Prima parte, «La psicoanalisi», del libro di Franco Quesito I dis-corsi della psicoanalisi, Seneca Edizioni, Collana “Saggi contemporanei”, Torino 2011. Il libro è acquistabile direttamente sul sito dell’Editore, http://www.senecaedizioni.com, e nelle principali librerie su Internet.

Nella storia della psicoanalisi in Italia viene cercato il seme della sua catastrofe attuale: il suo imbastardimento con pratiche omologate, e quindi correttive, che la vogliono ridurre a una pratica ortopedica dell'io.

29/10/2015
Web Statistics