Il lapsus e la castrazione

Freud, S., "Exoriare ex nostris ossibus ultor"

[INTERPRETAZIONE DELLA DIMENTICANZA DI UNA PAROLA STRANIERA] - See more at: file:///E:/lacan_freud_dinamico/site/SFreud.html#sthash.1El4o1u3.dpuf [INTERPRETAZIONE DELLA DIMENTICANZA DI UNA PAROLA STRANIERA] - See more at: file:///E:/lacan_freud_dinamico/site/SFreud.html#sthash.1El4o1u3.dpuf

[INTERPRETAZIONE DELLA DIMENTICANZA DI UNA PAROLA STRANIERA]

Costituisce il Capitolo 2, "Dimenticanza di parole straniere", di S. Freud, Psicopatologia della vita quotidiana. Dimenticanze, lapsus, sbadataggini, superstizioni ed errori (1901), in Opere, vol. 4, Boringhieri, Torino 1970, pp. 63 - 68.
 
"Il soggetto ha lamentato che la generazione attuale del suo popolo viene privata dei suoi diritti e profetizza come Didone che una nuova generazione si assumerà la vendetta contro gli oppressori. Egli ha dunque espresso il desiderio di avere dei discendenti. A questo punto gli si frappone un pensiero antagonista: 'Desideri tu davvero tanto vivamente avere discendenti? Ciò non è vero. Quale sarebbe il tuo imbarazzo se tu ora ricevessi la notizia che da quella persona che sai devi attenderti dei discendenti? No, nessuna progenie, pur avendone bisogno per la vendetta.'"

Safouan, Moustapha, Il lapsus nei suoi rapporti con la castrazione

Apparso in " Scilicet ", n. 1, col titolo di Note sur la menace de castration. Testo sottoposto a revisione. Ripubblicato in Études sur l'Oedipe, Seuil, Paris 1974; traduzione italiana di Gabriella Ripa di Meana, Studi sull'Edipo, Garzanti, Milano 1977, pp. 50 - 57.

Libro fondamentale, esaurito da moltissimi anni, mai più ristampato, reperibile solo in biblioteca o presso privati.

In questo breve testo Safouan ritorna sull' "impareggiabile" interpretazione freudiana del lapsus "Exoriar(e) aliquis nostris ex ossibus ultor" e, armato delle categorie di Lacan, ne rettifica il senso nella direzione della castrazione.
"Nessuna realizzazione del desiderio è possibile senza la rinuncia a una passione per la Verità (V maiuscolo), che viene necessariamente liquidata nella menzogna. (...)
In effetti, questa passione è l'effetto che il linguaggio genera nel soggetto in quanto il linguaggio non contiene alcun significante che possa garantire la verità della parola o rispondere di ciò che si presenta nel linguaggio stesso come l'essere del soggetto. (...) La passione per la Verità, in cui si radica la sessualità dell'uomo come della donna, è passione del Fallo."

Puiatti, Sandra, Uccidere aliquis

"Continuare a mantenersi aperte tutte le strade, tutti i destini, risulta lo stesso che rifiutare il giudizio d'impossibilità che rappresenta l'esito augurabile della dissoluzione del complesso edipico. Il mancato giudizio di impossibilità mantiene il soggetto nel possesso dell'oggetto incestuoso, fissato nell'identificazione al fallo che l'Altro si aspetta da lui.
In mancanza dell'opera di mediazione del padre reale, che rende praticabile al figlio tale rinuncia mediante il giudizio di impossibilità, ogniqualvolta un soggetto incontri una "possibilità" rispetto a un oggetto, l'angoscia di castrazione fa la sua comparsa insieme alla figura nefasta del Padre ideale L'inconscio del giovane compagno di viaggio di Freud, artefice del taglio di aliquis, pone una cesura proprio nel luogo dove le infinite possibilità di infinite vite ancora mantengono inconcluso l'Edipo, richiamando il soggetto a quel giudizio di impossibilità che attende di essere formulato. "

Timpanaro, Sebastiano, Pedestre (ma vera) spiegazione di una citazione lacunosa

Estratto da S. Timpanaro, Il lapsus freudiano, La Nuova Italia, 1974, ripubblicato da Bollati Boringhieri, Torino 2003. [Testo apparso su Il Covile, anno VI, n. 336, 16 luglio 2006.

"È davvero così ferrea come sembrava a Freud e come, per quel che mi risulta, sembra tuttora ai freudiani o almeno alla maggior parte di essi la concatenazione che dalla dimenticanza di aliquis nel verso virgiliano conduce il giovane ebreo alla confessione del timore che lo assillava in quei giorni? A me pare di no; mi pare, anzi, che pochi procedimenti siano, al di sotto del brillante fuoco d'artificio, cosi antiscientifici come quello seguito in questo caso, e in tanti casi analoghi, da Freud."

Web Statistics